Search
it-ITen-US
Search

Modello Organizzativo 231

Modello Organizzativo 231

 

 

Il Decreto Legislativo n. 231 dell'8 giugno 2001 ha introdotto la disciplina della responsabilità amministrativa a carico di enti e società, secondo la quale l'ente può essere ritenuto responsabile, e conseguentemente sanzionato, in relazione a eventuali reati tassativamente indicati (tra cui i reati contro la Pubblica Amministrazione e reati societari) commessi o tentati nell'interesse o a vantaggio dell'ente stesso dai suoi amministratori, dipendenti, soggetti in posizione apicale o sottoposti alla direzione o vigilanza di questi.

Per la prevenzione dei reati di cui al D. Lgs. 231/2001, la Fondazione ha attuato il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo e ha nominato un Organismo di Vigilanza dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo.

Organigramma

Il Modello norma e regola i comportamenti cui devono attenersi i partner, i fornitori e i collaboratori che operano con FITS! a tutela della creazione di valore sociale e delle relazioni con il Terzo Settore e gli stakeholder.

All'Organismo di Vigilanza monocratico sono affidati i compiti di:

  • verifica dell'adeguatezza e della corretta applicazione;
  • analisi delle segnalazioni pervenute dall'interno della struttura;
  • rendicontazione periodica al Consiglio di Amministrazione;
  • aggiornamento se necessario.

Il Consiglio di Amministrazione ha nominato, quale unico componente dell'Organismo di Vigilanza, il Dott. Giovanni Brondi professionista esterno e revisore unico della Fondazione.


Per eventuali segnalazioni informazioni e comunicazioni all'Organismo di Vigilanza scrivere a:
organismodivigilanza@fondazionefits.com

modello del 06.02.2013
nuovo modello approvato il 03.10.2016
regolamento interno - 05.2016
funzionigramma

 

 

Copyright 2017 by Fondazione FITS! Termini Di Utilizzo Privacy
Back To Top